Come riscaldare la piscina più velocemente?

Per quanto una bella piscina blu possa essere invitante, se l’acqua è fredda, nessuno vorrà usarla! Il che manda all’aria la voglia di averne una!

Quindi, non sorprende che una delle domande più frequenti su Google sia “Come posso riscaldare la mia piscina più velocemente”?

La risposta potrebbe essere più semplice di quanto si pensi.

Molte piscine sono riscaldate da caldaie a gas, ma ultimamente vengono sempre più utilizzate fonti di energia rinnovabile come biomassa, pompe di calore e pannelli solari.

Il riscaldamento di una piscina è simile al riscaldamento di una casa: l’energia riscalda l’acqua che viene poi fatta circolare negli ambienti in cui è necessario aumentare la temperatura, di solito tramite un radiatore.

Per la piscina si segue un principio simile: l’acqua viene riscaldata da una fonte di energia e quindi fatta circolare attraverso le tubazioni per riscaldare la piscina. Tuttavia in questo caso, anziché passare attraverso un radiatore, l’acqua passa attraverso uno scambiatore di calore, che trasferisce l’energia termica all’acqua della piscina.

Un’altra domanda spesso è “perché ho bisogno di uno scambiatore di calore?”. La risposta è semplice: per proteggere la caldaia o la fonte di energia! Per mantenere l’acqua della piscina pulita e adatta al nuoto, vengono aggiunti prodotti chimici che, se lasciati circolare attraverso una caldaia, potrebbero causare danni o persino guasti. Lo scambiatore di calore è quindi un’apparecchiatura vitale, che protegge la fonte di energia e mantiene calda l’acqua della piscina.

Ma purtroppo gli scambiatori di calore hanno prestazioni ed efficienza diversi.

Quindi, supponendo che tu abbia la caldaia o la fonte di calore corrette per le dimensioni della piscina, la cosa successiva da controllare è lo scambiatore di calore. Tornando all’analogia del riscaldamento domestico, potresti avere una caldaia grande ed efficiente, ma se hai solo pochi piccoli radiatori, le stanze non verranno mai riscaldate in modo adeguato! Questo perché la superficie è di vitale importanza. Più è grande, maggiore è la quantità di calore che può essere trasferita: o in una stanza tramite un radiatore o in una piscina tramite uno scambiatore di calore.

Un buon esempio è un cliente Bowman nel West Sussex che ha deciso di sostituire il suo sistema di riscaldamento a gasolio con una pompa di calore geotermica, per fornire riscaldamento e acqua calda per la casa e riscaldare anche le sue piscine, 58 cu/m all’aperto e 44 cu/m al chiuso. Il sistema di riscaldamento ad energia rinnovabile ha funzionato perfettamente per la casa, ma non è riuscito a portare le due piscine alla temperatura richiesta. La causa del problema erano gli scambiatori di calore. Due scambiatori di calore in acciaio inossidabile funzionavano in parallelo, ma a causa della loro bassa efficienza, non riuscivano a trasferire tutto il calore generato dalla pompa e impiegavano letteralmente giorni per portare la piscina ad una temperatura quasi ragionevole. Il problema è stato risolto sostituendo gli scambiatori di calore con due unità Bowman EC160 e il miglioramento è stato subito evidente: la temperatura dell’acqua della piscina è aumentata di circa 5°C al giorno. Una notevole differenza rispetto al precedente sistema a petrolio, che ha assicurato che l’acqua si riscaldasse molto rapidamente!

Perché un tale miglioramento delle prestazioni? Ha in gran parte a che fare con la superficie. Gli scambiatori di calore per piscine Bowman hanno un design a “guscio e tubo” ed il “guscio” esterno è letteralmente imballato con tubi, per offrire la maggiore superficie possibile all’interno dello spazio disponibile.

Molti prodotti della concorrenza hanno un numero di tubi molto più basso, pertanto la superficie di trasferimento del calore è significativamente ridotta e le piscine possono impiegare molto più tempo a riscaldarsi.

Tuttavia, esiste un altro fattore importante nell’efficienza del trasferimento di calore: la turbolenza! È noto che l’acqua turbolenta trasferisce più energia termica rispetto all’acqua a movimento lento, motivo per cui tutti gli scambiatori di calore Bowman sono appositamente progettati per creare turbolenze mentre l’acqua riscaldata passa attraverso lo scambiatore di calore, assicurando che fluisca attraverso e intorno alla superficie esterna di tutti i tubi.

Questi fattori sono due dei motivi principali per cui gli scambiatori di calore per piscine Bowman sono così efficienti, riscaldano le piscine fino a tre volte più velocemente rispetto alla maggior parte dei prodotti della concorrenza e, in tal modo, riducono i costi energetici e permettono un sostanziale risparmio di denaro.